Rai Movie

  • 29 gennaio
    ore 18:39

    Omaggio a Jacques Rivette

    Questione di punti di vista__

     

     

    Domani alle 17.20 trasmettiamo Questione di punti di vista con Sergio Castellitto e Jane Birkin, ultimo film di Jacques Rivette, scomparso oggi all’età di ottantasette anni. Regista e critico cinematografico, è stato uno degli esponenti della Novelle Vague insieme agli amici e colleghi Truffaut, Rohmer e Godard, nonché caporedattore dei Cahiers du cinéma dal 1963 al 1965, dove scriveva già dal 1953. Noto per alcuni suoi lungometraggi ‘fiume’ come Out 1: Noli me tangere che dura circa 12 ore, è ricordato soprattutto per Paris nous appartient, il suo primo lungometraggio prodotto da Truffaut e Chabrol, e per i due film su Giovanna D’Arco interpretati da Sandrine Bonnaire. Presentato in concorso alla 66a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, il film che vi proponiamo è una interessante riflessione sulla capacità di risolvere i traumi del passato, raccontato con deliziosa leggerezza da Rivette, attraverso la magia del circo in cui arte e vita convivono nel continuo confronto tra creatività e quotidianità. 

     

    Sabato 30 gennaio alle ore 17.20
    Questione di punti di vista
    (36 vues du Pic Saint Loup)
    di Jacques Rivette
    con Sergio Castellitto, Jane Birkin, André Marcon
    Vittorio, uomo d’affari in viaggio per Barcellona, incontra Kate, figlia del direttore di un piccolo circo recentemente scomparso, costretta a gestire l’attività circense del padre, dalla quale si era allontanata dopo un tragico incidente. Gli artisti e gli acrobati rimasti, devono fare i conti con la scioccante perdita e con le difficoltà di sopravvivenza del loro spettacolo itinerante, cercando nel contempo di riavvicinarsi a Kate. Vittorio, affascinato da Kate e dal magico luogo non-luogo del circo  entra a far parte dello spettacolo con un numero che permetterà alla donna di liberarsi del suo passato senza annullarlo, ma ritrovando se stessa.

  • vento-di-primavera

     

    Il 27 gennaio, giornata della Memoria, Rai Movie commemora con tre film la storica data in cui le truppe sovietiche dell’Armata Rossa arrivarono ad Auschwitz ed entrarono nell’omonimo campo di concentramento, liberando i superstiti.

     

     

    Au_revoir_les_enfants

    “Arrivederci ragazzi” di Louis Malle

    Alle 14.10 Monsieur Batignole, diretto e interpretato da Gerard Jugniot. In prima serata, alle 21.15, Arrivederci  ragazzi di Louis Malle, premiato con il Leone d’Oro alla 65ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.  Infine in seconda serata, dopo Movie Mag, andrà in onda Vento di primavera di Roselyne Bosch con Jean Reno e Mélanie Laurent. Il collaborazionismo, l’indifferenza, ma anche la presa di coscienza e la volontà di opporsi ai rastrellamenti nazisti di chi cercò di nascondere e salvare gli ebrei, sono alcune delle sfaccettature narrate nelle tre storie.

     

    Monsieur Batignole

    “Monsieur Batignole” di Gerard Jugniot

    In particolare, due dei tre film proposti sono tratti da storie realmente accadute: Arrivederci ragazzi, ispirato a un ricordo personale del regista Louis Malle e Vento di primavera che ricostruisce la retata del Vélodrome d’Hiver, in cui la polizia francese complice dei nazisti arrestò quindicimila ebrei, rinchiudendoli nell’impianto sportivo per due giorni in attesa della deportazione.

    A Movie Mag, il magazine di Rai Movie in onda dopo Monsieur Batignole, Alberto Crespi indicherà la sua personale classifica dei tre migliori film dedicati all’olocausto.

  • 20 gennaio
    ore 16:24

    Omaggio a Ettore Scola

    ScolaRai Movie rende omaggio a Ettore Scola con una giornata di programmazione dedicata al grande regista scomparso, in onda oggi a partire dalle 12:05. Si comincia con un personale racconto della Capitale, in Gente di Roma (2003), con Valerio Mastandrea, Sabrina Impacciatore, Arnoldo Foà, Antonello Fassari, Stefania Sandrelli, per proseguire poi alle 17:30 con lo spassoso Dramma della gelosia – Tutti i particolari in cronaca, commedia del 1970 con Monica Vitti, Marcello Mastroianni e Giancarlo Giannini. Alle 19:25 spazio al suo ultimo lavoro Che strano chiamarsi Federico – Scola racconta Fellini (2013), “un piccolo ritratto di un grande personaggio” come commentato dallo stesso regista, scritto insieme alle figlie Paola e Silvia. Si prosegue alle 01.40 con un altro  dei uno dei suoi capolavori C’eravamo tanto amati (1974) interpretato da Stefania Sandrelli, Vittorio Gassman e Nino Manfredi, vincitore di tre Nastri d’argento, due Globi d’oro, due Grolle d’oro e un Premio César (miglior film straniero). A seguire Ballando Ballando (Italia/Francia1983), con Marc Berman, Jean-Claude Peuchenat, Chantal Capron, Liliane Léotard (tra i riconoscimenti, nomination all’Oscar come miglior film straniero).

    Tutti gli appuntamenti della Rai dedicati al Maestro Ettore Scola

  • Nella casa_00Domani in prima visione tv, per il ciclo Viaggio in Europa, alle 23.10 va in onda il film Nella casa, quarto adattamento da una pièce teatrale – El chico de la ultima fila di Juan Mayorga – per François Ozon che ritorna al thriller dopo la commedia musicale Potiche – La bella statuina. Indagando nei pensieri e nelle emozioni di un adolescente, il regista francese mette a confronto due generazioni e ne mostra i punti di contatto, superando il luogo comune della differenza d’età. Il tema, già affrontato in Swimming Pool dove i protagonisti erano due personaggi femminili, si sviluppa stavolta nel confronto tra le dinamiche maschili anche se gli argomenti restano gli stessi: amore, sessualità, inibizioni, sfrontatezza e consapevolezza delle proprie responsabilità. Pregevoli le interpretazioni di Fabrice Luchini, candidato ai  César nel 2013 e di Ernst Umhauer, che per il ruolo si aggiudica il Premio Lumière come migliore promessa maschile. Nei ruoli femminili Kristin Scott Thomas ed Emmanuelle Seigner.

     

    Nella casa_02Nella casa (Dans la maison)
    di François Ozon (Francia, 2012)
    con Fabrice Luchini, Vincent Schmitt, Ernst Umhauer
    Un sedicenne s’insinua nella casa e nella vita di un compagno della sua classe per poi scrivere su di lui un saggio per il corso di letteratura. Di fronte all’insolito talento dell’allievo, il professore riscopre l’entusiasmo per l’insegnamento ed esorta il ragazzo a continuare con la scrittura e il racconto. Incoraggiato dal docente, lo studente e aspirante scrittore continua a frequentare la casa dell’amico e a spiarne i segreti, instaurando rapporti ambigui con i componenti della famiglia e coinvolgendo in questo gioco trasgressivo il suo appassionato professore. Ventuno candidature e nove vittorie in Festival nazionali e internazionali, tra le quali tre candidature e una vittoria agli European Film Awards, 2011: miglior  sceneggiatore (François Ozon); due candidature e due vittorie al San Sebastián International Film Festival, 2012: Conchiglia d’oro (François Ozon) premio della giuria alla migliore sceneggiatura (François Ozon); una candidatura e una vittoria al Sant Jordi Awards, 2013: miglior film straniero (François Ozon); una vittoria al Toronto International Film Festival, 2012: FIPRESCI (François Ozon); sei candidature ai César, 2013: miglior attore (Fabrice Luchini), miglior promessa maschile (Ernst Umhauer), miglior adattamento (François Ozon), miglior colonna sonora originale (Philippe Rombi), miglior regista (François Ozon), miglior film (Eric Altmayer, Nicolas Altmayer, François Ozon).

Calendario

febbraio: 2016
L M M G V S D
« gen    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
29  

Search

Film e Programmi in onda

Tutti i programmi di Rai Movie