Rai Movie

  • In concorso

     

    DBC_blog

    Matthew McConaughey e Jared Leto.

    Dallas Buyers Club di Jean-Marc Vallée (USA, 2013) 1985. Elettricista-cowboy dedito a donne, alcool e droghe, scopre di essere sieropositivo. Nonostante la profonda omofobia, trova sostegno in un transessuale e trasforma gli ultimi 30 giorni di vita in sette anni di lotta contro le case farmaceutiche, che impediscono l’approvazione di terapie alternative per l’AIDS negli Stati Uniti. Storia vera con gli indimenticabili Matthew McConaughey e Jared Leto.

     

    Manto Acuifero di Michael Rowe (Messico, 2013) Una bambina cerca di reagire alla separazione dei genitori e alle attenzioni superficiali della madre, incapace di cogliere la realtà, coltivando il proprio sogno di calore familiare. Ma l’assenza distrugge ogni cosa, anche la capacità di discernere il bene dal male. Ottima regia che racconta e svela i sentimenti infantili. Bravissima l’attrice bambina, Zaili Sofia Macias Galvan.

     

    Entre Nos di Paulo Morelli e Pedro Morelli (Brasile, 2013) Storia di amicizia, di sogni e di amori giovanili. Ma è con la vita adulta che si scopre chi, quei valori, li ha vissuti e rispettati nel tempo. Drama-noir costruito intorno a un gruppo di personaggi ben delineati e caratterizzati.

     

    HER_blog

    Joaquim Phoenix

    Her di Spike Jonze (USA, 2013) Racconto moderno di solitudini contemporanee. Un futuro lontano, eppure così vicino da poterlo scorgere  dietro l’angolo. Ironico, profondo, autocritico e sincero, è un film che (re)inventa il domani, dalla moda ai videogiochi, dal lavoro alla tecnologia. Joaquim Phoenix nel personaggio della sua vita. Scarlett Johannson riempie lo schermo, anche solo con la voce.

     

    A vida invisivel di Vitor Goncalves (Portogallo, 2013) Un film sull’immobilità, più che sulla morte. Espressione di un cinema portoghese in grandi difficoltà, non solo di mezzi ma anche di idee.

     

    Out of The Furnace di Scott Cooper (USA, 2013) Cast all-star per una storia già vista. Frustrazione, violenza, vendetta, dolore e vite schiacciate dalla ‘fornace’, la fabbrica che rappresenta l’unica risorsa di un piccolo sobborgo tra le montagne. Il ‘buono’ viene messo a dura prova per tutto il film, ma la reazione deve essere sempre la stessa? Christian Bale nel ruolo a lui consono del buono che subisce, Casey Affleck intenso e Woody Harrelson nei panni davvero convincenti del cattivo. Unica perplessità: è davvero credibile lasciare Christian Bale per mettersi con il più affidabile Forest Whitaker? Zoe Saldana sembra avere qualche dubbio, anche lei.

     

    ChristianBale_Sam-Shepard

    Christian Bale e Sam Shepard

    Sorrow and Joy di Nils Malmros (Danimarca, 2013) La storia vera del regista la cui moglie, affetta da bipolarismo, uccise la figlioletta di nove mesi. Film durissimo che mette in scena il dramma di una coppia e di una società, quella danese, in cui l’infanticidio ha un’unica possibile soluzione: il suicidio della madre assassina. Ultimo film per il regista che, con amore incondizionato, è riuscito a salvare  la moglie condividendone e assumendosi responsabilità e sensi di colpa.

     

    Blue Sky Bones di Cui Jian (Cina, 2013)  Attraverso flashback e scene del presente il regista racconta la storia di una famiglia cinese dalla rivoluzione culturale a oggi. Un padre spia, una madre cantante e un figlio hacker che tenta di ricostruire la storia del padre, che si scopre affetto da un tumore. Trama interessante sulla carta, ma un pasticcio sullo schermo.

     

    Fuori concorso

     

    Tales from the Dark (A) di Gordon Chan, Lawrence Lau, Teddy Robin Kwan (Hong Kong, 2013) Film a episodi in due volumi. Nei prime tre racconti, un cuscino assassino, dei bambini fantasma in una scuola abbandonata che sta per essere demolita e un vecchio elegante ed educato, in giro per la città durante la festa dei Fantasmi. Vittima di scherzi e angherie, l’uomo nasconde un segreto… Un pout-porrì di classici dell’orrore che ha poca inventiva e non suscita alcun terrore.

     

    Snowpiercer_blog

    Chris Evans e Namgoong Minsu

    Snowpiercer di John-ho Bong (Corea del Sud, 2013) Da 17 anni un treno fa il giro della Terra,  la cui vita si è ormai estinta per via della glaciazione, senza mai fermarsi. I sopravvissuti sono suddivisi per classe sociale: i ricchi in testa, i poveri in fondo al treno. La mancanza di cibo, però, e le difficili condizioni di vita alimentano la volontà di ribellione degli ultimi vagoni. John Hurt, Chris Evans, Jamie Bell, Tilda Swinton, Ed Harris, Kang-ho Song in un post-apocalittico che sarà un blockbuster. Della serie: quando si afferra al volo il treno della vita, attenzione ad assicurarsi un posto in prima classe!

     

    Las brujas de Zugarramurdi di Alex de la Iglesia (Spagna, 2013) La prima mezzora del film è già cult: attori di strada, un Cristo con la croce, un soldato e un ragazzino (figlio del Cristo) rapinano un negozio che compra oro con la complicità di Sponge Bob e Minnie!  Dopo aver rubato una borsa piena di fedi nuziali, scappano con un taxi, coinvolgendo il tassista e il suo cliente nella fuga. Cercando di oltrepassare il confine per rifugiarsi in Francia, la malcapitata combriccola finisce in un covo di streghe… Alex de la Iglesia diverte con un perfetto B Movie. Tremate, tremate, le streghe son tornate!

     

    comeilvento_blog

    Valeria Golino e Filippo Timi

    Come il vento di Marco Simon Puccioni (Italia, 2013) La storia importante di Armida Miserere, una delle prime donne italiane direttrici di carcere che, nonostante la bravura del cast, incappa in alcuni buchi di sceneggiatura e non restituisce appieno la dimensione di pericolo in cui la donna lavorava e viveva. Un’occasione sprecata. Bravo come sempre Filippo Timi.

     

    Gods Behaving Badly di Marc Turtletaub (USA, 2013) Commedia alla Woody Allen ma senza Woody Allen. Gli dei vivono sulla terra e i loro poteri  sono ormai ridotti a causa della poca fede degli esseri umani. Finchè un giorno Apollo spegne il sole… Commedia da domenica pomeriggio, senza impegno e velleità con un gran cast. Da Sharon Stone, splendida Venere di mezza età, a Christopher Walken nei panni di Zeus, con John Turturro, dio dell’Ade e suo invidioso fratello.

     

    Au bonheur des ogres di Nicolas Bary (Francia, 2013) Riuscita trasposizione sullo schermo del primo dei romanzi di Daniel Pennac dedicati alla famosa e amatissima famiglia Malausséne. Benjamin Maulasséne fa il capro espiatorio in un grande magazzino francese, per mantenere i suoi 4 fratelli. La madre è in giro per il mondo, sempre innamorata di qualcuno. Quando una serie di esplosioni devasta il grande magazzino, Benjamin diventa il primo sulla lista dei sospettati. Chi non ha letto i libri avrà voglia di recuperarli, chi ne è stato un appassionato lettore non resterà deluso.

     

    Hunger-Games-La-Ragazza-di-Fuoco

    Josh Hutcherson, Elisabeth Banks e Jennifer Lawrence

    Hunger Games – La ragazza di fuoco di Francis Lawence (USA, 2013) Ne resterà uno solo è il non proprio originale scopo degli Hunger Games, istituiti per ricordare ai cittadini la repressione della rivoluzione, monito per qualsiasi velleità di rivolta. Dopo il il trionfo ai primi giochi in cui si era offerta volontaria per salvare la sorellina, Katniss è diventata un pericoloso simbolo della resistenza. Per eliminarla, il presidente Snow indice dei giochi speciali a cui parteciperanno i vincitori delle precedenti edizioni. Secondo capitolo della trilogia che vede la bella e fiera Jennifer Lawrence/Katniss protagonista. Nel cast anche Liam Hemsworth (sì, il fratello di Chris/Thor), Jeff Hutcherson e il poliedrico Woody Harrelson.

     

     

  • Scrivi un commento


    Nota: La moderazione dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.

Calendario

novembre: 2013
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Search

Film e Programmi in onda

Tutti i programmi di Rai Movie