Rai Movie

  • YoungPopePrimo weekend a Venezia 73 dopo un’inizio pieno di film interessanti, distribuiti nelle diverse sezioni, e di altrettante star del cinema che hanno monopolizzato le attenzioni fuori e dentro le sale cinematografiche. Un sabato ricco di aspettative per la miniserie The Young Pope del premio Oscar Paolo Sorrentino che arriva al lido accompagnato da gran parte del cast. Jude Law, Silvio Orlando, Scott Shepherd, Cécile de France, Javier Cámara, James Cromwell, Ludivine Sagnier insieme al regista per presentare i primi due episodi della serie prodotta da Sky, nella sezione Fuori Concorso.

     

    Gradito ritorno anche per James Franco nella doppia veste di attore e regista di In Dubious Battle (Cinema nel Giardino), che porta sul grande schermo una storia tratta da un racconto di Steinbeck. “Sono cresciuto in California, vicino alla contea di Steinbeck. Ha vissuto nella mia città quando era studente a Stanford. La mia ossessione per la sua scrittura è iniziata non appena ho imparato a leggere, è parte del tessuto della mia infanzia. La battaglia è il testo meno noto della sua trilogia non-ufficiale, che comprende Uomini e topi e Furore. È un racconto straordinario di lotta dell’uomo contro se stesso, un argomento incredibilmente vivo durante la Grande Depressione, e ancora oggi estremamente pertinente. Trasporre la sua opera è un sogno che si realizza“.

     

    Due i film in concorso: Frantz di François Ozon,  primo film del regista francese sulla guerra, girato in bianco e nero e con l’utilizzo della lingua tedesca accanto al francese. “In Frantz si ritrovano molte delle mie ossessioni. Ma il fatto di affrontarle in un’altra lingua, con attori differenti, in luoghi diversi dalla Francia, mi ha costretto a reinventarmi e spero che questo abbia dato nuova energia e una nuova dimensione a quei temi. In questo film ci sono state molte sfide entusiasmanti. Prima di realizzarlo non avevo mai girato film di guerra o scene di battaglia, né avevo mai filmato una piccola città tedesca, Parigi in bianco e nero, in tedesco… Per me è stato molto importante raccontare questa storia dal punto di vista tedesco, dalla parte dei perdenti, attraverso gli occhi di coloro che furono umiliati dal Trattato di Versailles, in modo da poter illustrare come la Germania di quel tempo fosse terreno fertile per la diffusione del nazionalismo. Volevo anche giocare con temi tipicamente melodrammatici come la colpa e il perdono, per poi virare verso la desincronizzazione dei sentimenti“; Brimstone di Martin Koolhoven con Dakota Fanning, una trionfale epopea di sopravvivenza, ambientata nelle terre selvagge del vecchio West americano. Un racconto di potente femminilità e resistenza contro la spietata crudeltà in un inferno terrestre.

    Leggi tutto…

  •  

     

    LaLaLandLA LA LAND Damien Chazelle

    Damien Chazelle scrive una lettera d’amore al cinema degli anni Cinquanta, al jazz e a Los Angeles. Molti sogni per le freeways.

    —————————————————————————————————————————————————-
    TheLightBetweenOceansTHE LIGHT BETWEEN OCEANS – Derek Cianfrance

    Michael Fassbender sostiene su di sé il baricentro drammatrurgico di una soap opera insulare, segnata altresì dall’estrema ricercatezza dell’ambientazione naturalistica. Weisz e il veterano Bryan Brown, in un cameo, tengono testa.

    —————————————————————————————————————————————————-

     

    ICalledHimMorganI CALLED HIM MORGAN – Kasper Collin

    La storia del trombettista Lee Morgan e della sua travagliata relazione sentimentale con la moglie Helen, conclusasi tragicamente nel 1972. Documentario con splendidi contributi fotografici e imperniato su voci, volti e immagini coinvolgenti anche per i non-jazzofili.

    —————————————————————————————————————————————————-

     

    ArrivalARRIVAL – Denis Villeneuve

    Il regista di “Prisoners” e “Sicario” porta sullo schermo un racconto sci-fi di Ted Chiang. Le inevitabili implicazioni storiografiche lasciano spazio a un discorso sui modi della creatività, filmica e letteraria.

    —————————————————————————————————————————————————-

     

    American AnarchistAMERICAN ANARCHIST – Charlie Siskel

    L’autore di “The Anarchist Cookbook”, manuale per bombaroli fai-da-te, sotto il torchio del documentarista di “Finding Vivian Maier”. 80 minuti di soul searching senza mediazioni.

    —————————————————————————————————————————————————-

     

    ElcristociegoEL CRISTO CIEGO – Christopher Murray

    Si parte dal post-neorealismo pasoliniano per confezionare un road movie distillato sui temi della fede, dell’uomo e della fine dell’adolescenza.

    —————————————————————————————————————————————————-

     

    Geumul-TheNetLA RETE – Kim Ki-Duk

    Dopo la crisi personale affrontata di petto, il maestro coreano torna sul luogo dellle illusioni contemporanee. Un pescatore del Nord si ritrova oltre la zona smilitarizzata, accusato di tradimento, e capisce che il sogno del benessere capitalista è una chimera. Dialoghi serrati, montaggio da manuale, maestria del racconto.

    —————————————————————————————————————————————————-

    [a cura di Leonardo Rossi]

Calendario

settembre: 2016
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Search

Film e Programmi in onda

Tutti i programmi di Rai Movie