Rai Movie

  • IFF10_screensaver_new_webPortare il cinema irlandese nel cuore della Capitale: è questo l’obiettivo che da ormai dieci edizioni si prefigge Irish Film Festa, il festival interamente dedicato al cinema irlandese che quest’anno si tiene dal 30 marzo al 2 aprile, come di consueto alla Casa del Cinema di Roma.

     

    Ospiti di assoluto rilievo, quelli di questa decima edizione, a partire dal regista Jim Sheridan, che sarà per la prima volta presente al festival per un incontro col pubblico. Di Sheridan (tre volte nominato agli Oscar) verrà proposto anche il film più recente, Il segreto (The Secret Scripture), tratto dal romanzo omonimo di Sebastian Barry, interpretato da Rooney Mara, Eric Bana e Vanessa Redgrave, in uscita nelle sale italiane il 6 aprile distribuito da Lucky Red.

     

    Tra i lungometraggi in programma alla decima edizione di Irish Film Festa, tutti in anteprima italiana, c’è anche il documentario Bobby Sands: 66 Days di Brendan J. Byrne, dedicato ai sessantasei giorni di sciopero della fame che nel 1981 portarono alla morte di Bobby Sands nel carcere di Long Kesh. La lettura dei diari di Sands, all’interno del film, è affidata all’attore Martin McCann, atteso anche lui come ospite al festival.

     

    McCann è anche interprete e co-regista del mockumentary Starz, uno dei cortometraggi in concorso. La sezione competitiva di Irish Film Festa presenta quest’anno quindici corti che spaziano tra vari generi e tecniche di realizzazione (animazione, documentario, horror, thriller).

     

    Irish Film Festa, creato e diretto da Susanna Pellis, è prodotto dall’associazione culturale Archimedia ed è realizzato in collaborazione con Irish Film Institute, con il sostegno di Culture Ireland, Irish Film Board, Turismo Irlandese, e il patrocinio dell’Ambasciata irlandese in Italia. Trovate tutte le informazioni sul sito del festival.

  • Sabato 25 marzo, in occasione dei 60 anni dei Trattati di Roma, Rai Movie dedica l’intera giornata di programmazione al cinema europeo.

     

    4mesi3settimane2giorni_locL’appuntamento settimanale col ciclo Viaggio in Europa si estende per l’occasione a tutto il palinsesto, celebrando l’anniversario della nascita della Comunità Europea con un’ampia selezione di film prodotti e coprodotti  in Spagna, Germania, Finlandia, Svezia, Francia, Gran Bretagna, Romania e, naturalmente, in Italia.

    La forza più grande del cinema è  la complementare diversità della moltitudine di  voci, stili e temi. E, come dice Wim Wenders, il cinema europeo non è una cosa sola, ma è formato da molte voci che spesso hanno qualcosa in comune, ed è quel “qualcosa” che noi chiamiamo orgogliosamente “cinema europeo”.

     

    evaSi comincia con Eva di Kie Maillo, singolare esempio di fantascienza umanista spagnola realizzata che combina effetti speciali da cinema americano con una scrittura adulta e complessa. Passiamo poi in Italia con 18 anni dopo, di e con Edoardo Leo, un sorprendente road movie che ci accompagna lungo la scoperta reciproca di due fratelli riuniti dalla recente scomparsa del padre. Il successivo Le vite degli altri, Oscar 2006 per il miglior film straniero, è già un nuovo classico: un thriller ambientato nella Germania dell’est in piena Guerra Fredda e rivela il talento del regista tedesco Florian Henckel von Donnersmark. Dal profondo Nord provengono Miracolo a Le Havre, opera dell’apprezzatissimo cineasta finlandese Aki Kaurismaki, e L’ipnotista dello svedese Lasse Hallstrom. Nel pomeriggio, dopo il suggestivo e immaginoso dramma L’albero di Julie Bertuccelli (Francia, ma in coproduzione con l’Inghilterra), tre film di produzione britannica: dalla commedia Matrimonio all’inglese, in cui Stephan Elliott rifà in chiave brillante un oscuro classico di Alfred Hitchcock, al drammatico confronto fra due attrici come Judi Dench e Cate Blanchett in Diario di uno scandalo di Richard Eyre, per arrivare alla spettacolare prima serata con un classico film di guerra diretto da John Guillermin, La caduta delle aquile. Infine, con 4 mesi, 2 settimane, 2 giorni di Cristian Mungiu, Palma d’Oro a Cannes, un omaggio all’esordio del più celebrato regista romeno contemporaneo con un film di profondo e vibrante impegno civile.

     

    I film in programma il 25 marzo:

     

    05:40:00 Eva  (SPA, 2011) Kike Maíllo

    07:20:00 Diciotto anni dopo (ITA, 2010) Edoardo Leo

    09:45:00 Le vite degli altri (GER, 2006) Florian Henckel von Donnersmarck

    12:05:00 Miracolo a Le Havre (FIN, 2011) Aki Kaurismäki

    13:50:00 L’ipnotista (SVE, 2012) Lasse Hallström

    16:00:00 L’albero (FRA, 2010) Julie Bertuccelli

    17:45:00 Un matrimonio all’inglese (GBR, 2008) Stephan Elliott

    19:30:00 Diario di uno scandalo (GBR, 2006) Richard Eyre

    21:20:00 La caduta delle aquile (GBR, 1966) John Guillermin

    23:55:00 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni (ROM, 2007) Cristian Mungiu

     

     

  • L'ospiteinatteso_LocOggi, alle 16.35, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale Rai Movie propone il film L’ospite inatteso di Tom McCarthy.

     

    Opera seconda del regista e sceneggiatore de Il caso Spotlight, il film racconta come la convivenza forzata di un mite professore universitario newyorchese con due immigrati (lui siriano, lei africana), che si sono trasferiti nel suo appartamento mentre era in trasferta, diventi l’occasione per tutti di un reciproco arricchimento.

     

    Vero e proprio atto d’accusa contro la xenofobia e le restrizioni imposte alle leggi sull’immigrazione nell’America del dopo 11 settembre, il film è interpretato da Richard Jenkins (che per questa interpretazione è stato candidato all’Oscar) Haaz Sleiman, Danai Gurira e Hiam Abbass.

     

     

     

    16.35 L’ospite inatteso (The Visitor)
    di Thomas McCarthy (USA, 2007)
    con Richard Jenkins, Haaz Sleiman, Danai Gurira, Hiam Abbass

  •  

     

    Giornatavittimedellemafie

     

     

    Martedì 21 marzo, Rai Movie dedica due titoli del palinsesto alla Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

    A mezzogiorno va in onda Tatanka di Giuseppe Gagliardi, un apologo sulla possibile via di fuga dall’ambiente mafioso che lo sport offre ai giovani, senza nascondere i rischi che possono annidarsi su quella stessa strada. Il film è tratto dal racconto di Roberto Saviano, incluso nel libro “La bellezza e l’inferno”, ispirato alla vera storia del pugile Clemente Russo, anche interprete del film.

    In prima serata I cento passi di Marco Tullio Giordana, un ritratto magistrale della figura di Peppino Impastato, trentenne militante in prima linea nella battaglia contro la mafia.

    Apparentabile al cinema politico di Damiano Damiani, Giuliano Montaldo e soprattutto di Francesco Rosi, espressamente citato tramite una sequenza del classico Le mani sulla città e del quale si riprende il gusto per una narrazione robustamente di genere, I cento passi è un atto di fede nella continuità dell’illusione e un commosso invito a non mollare.

     
    12.15 Tatanka
    di Giuseppe Gagliardi
    con Clemente Russo, Rade Serbedzija, Giorgio Colangeli
    Grazie alla boxe, un giovane della periferia napoletana scopre la possibilità per uscire dalla morsa della camorra, unica alternativa per i ragazzi meno abbienti. Dal libro “La bellezza e l’inferno” di Roberto Saviano.

     

    21.20 I cento passi
    di Marco Tullio Giordana
    con Luigi Lo Cascio, Luigi Maria Burruano, Lucia Sardo
    La storia di Peppino Impastato, vittima della mafia a causa delle sue inchieste giornalistiche sul boss Tano Badalamenti. 5 David di Donatello 2001, una vittoria al Festival di Venezia 2000.

Calendario

maggio: 2017
L M M G V S D
« apr    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Search

Film e Programmi in onda

Tutti i programmi di Rai Movie