Rai Movie

  • Con-los-ojos-de-julia_artGiovedì 8 maggio alle 23.50

     

    Con gli occhi dell’assassino (Los ojos de Julia)

    di Guillem  Morales (Spagna, 2010)

    con Belén  Rueda, Lluís  Homar, Pau  Derqui

    Dopo la morte per suicidio della gemella Sara, non vedente, la giovane Julia decide di investigare per proprio conto. Convinta di trovarsi di fronte a un omicidio, la donna cerca di raccogliere prove in tal senso, ma la sua vista si sta deteriorando progressivamente a causa di una patologia degenerativa. Scoperta l’esistenza di un amante misterioso le cose si complicano: c’e’ un segreto da svelare, ed e’ agghiacciante. Opera seconda del regista spagnolo Guillem Morales, iscritta nell’ambito del nuovo cinema di genere iberico, Con gli occhi dell’assassino  ha fatto parlare di sé soprattutto per la presenza della sua interprete principale, Belén Rueda, calata completamente in un ruolo centrale tutto ansie e patemi. Prodotto da Guillermo del Toro. Una candidatura ai Fotogrammi d’Argento 2011: migliore attrice cinematografica (Belén Rueda). Sei candidature ai Premi Gaudí 2011: miglior film in lingua non catalana (Rodar y Rodar Cine y Televisión, Antena 3 Films, Televisió de Catalunya), migliore fotografia (Óscar Faura), migliori effetti speciali (David Martí, Montse Ribé, Jordi San Agustín, Lluís Castells), migliore direzione artistica (Balter Gallart), migliore direttore di produzione (Reyes Matabuena), miglior sonoro (Albert Manera, Oriol Tarragó, Marc Orts). Una candidatura ai Goya Awards 2011: migliore attrice protagonista (Belén Rueda)

     

     

    Blancanieves_art

    Macarena García in Blancanieves

    Giovedì 8 maggio alle 1.55

     

    Blancanieves

    di Pablo Berger (Spagna, 2012)

    con Maribel Verdú, Daniel Giménez Cacho, Angela Molina, Pere Ponce, Macarena García

    Andalusia, anni Venti. Carmen, orfana di madre,  è la deliziosa figlia di un noto torero, ormai ridotto sulla sedia a rotelle in seguito a un grave incidente nell’arena. Quando l’uomo decide di risposarsi con Encarna, la sua falsa e perfida infermiera, non si rende conto della gelosia che la donna nutre per la figliastra. Fortunatamente, Carmen può contare sulle amorevoli cure della nonna, ex ballerina di flamenco. E, mentre impara a danzare, il padre la introduce di nascosto nel mondo delle corride. Divenuta adolescente, Carmen fugge da casa, si unisce a un gruppo di toreri nani e, con il loro aiuto, si trasforma in una vera e propria toreadora, diventando famosa con il nome d’arte di Blancanieves… Rilettura contemporanea della favola dei Fratelli Grimm, affidata alla potenza evocatrice delle immagini in bianco e nero e alla solida colonna sonora. I dialoghi si concentrano nelle didascalie trasformandolo di fatto in  un film muto. Pablo Berger (Torremolinos 73) rappresenta la Spagna utilizzandone gli stereotipati stilemi scenografici, come le corride e il flamenco, ma arricchendoli con uno humour nero tutt’altro che convenzionale. Una candidatura all’Oscar 2013 come miglior film straniero. Diciotto candidature al Premio Goya 2013 e dieci vittorie: miglior film,  migliore attrice protagonista (Maribel Verdú), miglior attrice rivelazione (Macarena García), migliore sceneggiatura originale (Pablo Berger), miglior fotografia (Kiko dela Rica), miglior colonna sonora (Alfonso de Villalonga), miglior canzone “No te puedo encontrar”(Pablo Berger e Juan Gómez), miglior scenografia (Alain Bainée), migliori costumi (Paco Delgado), miglior trucco e acconciatura (Sylvie Imbert e Fermín Galán). Premio speciale della giuria al Festival Internazionale del Cinema di San Sebastián.

     

     

    Belladigiorno_art

    Catherine Deneuve in Bella di giorno

    Giovedì 8 maggio alle 3.35

    Bella di giorno (Belle de jour)

    di Luis Buñuel (Francia/Italia, 1967)

    con Catherine Deneuve, Jean Sorel, Michel Piccoli

    Ad oggi, il più grande successo commerciale nella carriera di Luis Buñuel, una inquietante disamina di ossessioni neoborghesi in costante squilibrio tra vita e morte. La bella Severine, sposata con un posato chirurgo, stanca della routine quotidiana, si abbandona alle sue più nascoste pulsioni sadomasochiste. Inizia così una doppia vita, prostituta d’alto bordo di giorno in una casa di appuntamenti e moglie in vena d’attenzioni di notte. Il regista ritorna alle vette surrealiste del suo periodo avanguardista con una storia affascinante e mortuaria, disturbante e ancora modernissima. Consacrò definitivamente la bellezza algida e distaccata di Catherine Deneuve, perfetta e imperturbabile anche nelle sequenze più crude.

  • Cortos-en-Linea-pallinoIn occasione del #7 Festival del cinema spagnolo vi presentiamo in esclusiva alcuni corti d’animazione, espressione per immagini del nuovo trend cinematografico spagnolo e latinoamericano.
    Questi sono i corti da vedere in streaming sul nostro sito fino all’8 giugno:

     

     

     

    MiarmaesmiLengua

    Mi Arma es mi Lengua

    Mi arma es mi Lengua (La mia arma è la mia lingua)
    di Cristián Cartier Ballvé (Argentina 2013)
    tecnica stop motion (15 min.)
    L’avventura straordinaria di un capo famiglia alla ricerca della moglie sequestrata da un misterioso invasore. Indimenticabile.
    Qui il video

     

     

     

    Úbeda

    Úbeda

    Úbeda
    di Ana Inés Flores (Argentina 2013)
    tecnica stop motion (12 min.)
    L’uomo cade nella routine quando è stanco e fiacco: ha tutte le apparenze dell’attività senza averne il peso.
    Qui il video

     

     

     

     

    KisstheFire

    Kiss the Fire

    Kiss the Fire
    di María Cañas (Spagna 2007)
    tecnica mista (6 min.)
    Dall’omonima videoinstallazione, collage d’impatto su amore e disincanto, attraverso le icone e le suggestioni venute dal cinema e da Internet.
    Qui il video

     

     

     

    HolyThriller

    Holy Thriller

    Holy Thriller
    di María Cañas (Spagna 2011)
    tecnica mista (2 min.)
    Michael Jackson, Dio-Martire dell’era pop, omaggiato da una banda di una confraternita della Semana Santa. Dissacrante.
    Qui il video

  • Tots-volem_art

    Tots volem el millor per a ella.

    Sono la vera Nueva Ola del cinema spagnolo. I registi Mar Coll e Jonás Trueba,  entrambi classe ‘81, approdano alla capitale per presentare, nell’ambito del #7 Festival del cinema spagnolo, le loro rispettive opere seconde: Tots volem el millor per a ella (Tutti vogliamo il meglio per lei), in programma al Cinema Farnese di Campo de’ Fiori sabato 10 alle 20.30; e Los Ilusos (Gli illusi), in programma venerdì 9 alle ore 21.00. A quest’ultimo evento parteciperà anche l’attore italo spagnolo Francesco Carril, nato a Pisa nel 1986, uno dei nuovi volti della scena indipendente madrilena.

     

     

    Los-ilusos_art

    Los illusos

    Entrambi i registi hanno presentato nell’edizione 2010 del Festival le loro rispettive opere prime: Mar Coll è l’autrice di Tres dies amb la familia (Tre giorni con la familia), con cui ha vinto il Premio Goya come miglior regista emergente, e Jonás Trueba ha presentato Todas las canciones hablan de mí (Tutte le canzoni parlano di me) in una mitica proiezione alla presenza di Nanni Moretti.

     

  • El-Sur_artL’attore Omero Antonutti sarà il protagonista dell’evento di chiusura del Festival del cinema spagnolo (martedì 13 maggio alle ore 21 presso il Cinema Farnese), con la presentazione di El Sur di Víctor Erice (1983) autentico cult nonché uno dei più bei film della cinematografia iberica di tutti i tempi. Prima ancora di essere presentato a Cannes, lo stesso Gilles Jacob lo definì come “un classico del cinema”.

     

    Il regista Victor Erice scelse Omero Antonutti come protagonista del suo secondo film dopo essere rimasto molto colpito dal suo ruolo del padre di Gavino Ledda in Padre padrone di Paolo e Vittorio Taviani (1977).

     

    Esponente importante tanto del cinema quanto del teatro, noto al grande pubblico per essere uno dei più esperti doppiatori italiani, Omero Antonutti approda al cinema spagnolo grazie ad Antonio Drove (La verdad sobre el caso Savolta, 1980), ma è proprio il personaggio di Agustín Arenas in El Sur  che lo rende celebre al pubblico spagnolo e lo porta a lavorare con grandi figure come Carlos Saura (El Dorado, 1988) o Pedro Olea (El maestro de esgrima, 1992).

     

    Guarda il promo del film

Calendario

giugno: 2017
L M M G V S D
« apr    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Search

Film e Programmi in onda

Tutti i programmi di Rai Movie