Rai Movie

  • oscars_2017

     

    L’Academy Awards ha appena reso note le nomination ai prossimi prossimi premi Oscar, che si terranno il 26 febbraio al Dolby Theatre di Los Angeles. Una buona notizia per l’Italia: Fuocoammare di Gianfranco Rosi è candidato nella categoria Miglior Documentario. Niente da fare, purtroppo, per Dante Ferretti: le sue scenografie per Silence di Martin Scorsese non sono state premiate dall’Academy con una nomination.

     

    Da segnalare l’annunciata incetta di candidature per il già pluripremiato La La Land: dopo i 7 Golden Globe portati a casa (un record), il film diretto da Damien Chazelle si è aggiudicato ben 14 nomination, tra cui Miglior attore (Ryan Gosling), Miglior Attrice (Emma Stone), Miglior Regia, Miglior Sceneggiatura Originale (Damien Chazelle) e Miglior Film.

     

    Meryl Streep, con la nomination come Miglior Attrice Protagonista per Florence Foster Jenkins, giunge alla sua 20esima candidatura.

     

    Di seguito tutte le nomination ai prossimi premi Oscar:

     

    Miglior Film

    La La Land

    Moonlight

    Manchester by the Sea

    Arrival

    Lion

    Hidden Figures

    Hacksaw Ridge

    Hell or High Water

    Fences

     

     

    Miglior Regista

    Damien Chazelle – La La Land

    Barry Jenkins – Moonlight

    Kenneth Lonergan – Manchester by the Sea

    Denis Villeneuve – Arrival

    Mel Gibson – Hacksaw Ridge

     

     

    Miglior Attrice Protagonista

    Emma Stone – La La Land

    Natalie Portman – Jackie

    Isabelle Huppert – Elle

    Meryl Streep – Florence Foster Jenkins

    Ruth Negga – Loving

     

     

    Miglior Attore Protagonista

    Casey Affleck – Manchester by the Sea

    Denzel Washington – Fences

    Andrew Garfield – Hacksaw Ridge

    Ryan Gosling – La La Land

    Viggo Mortensen – Captain Fantastic

     

     

    Miglior Attrice Non Protagonista

    Viola Davis – Fences

    Michelle Williams – Manchester by the Sea

    Naomie Harris – Moonlight

    Nicole Kidman – Lion

    Octavia Spencer – Hidden Figures

     

     

    Miglior Attore Non Protagonista

    Mahershala Ali – Moonlight

    Jeff Bridges – Hell or High Water

    Dev Patel – Lion

    Lucas Hedges – Manchester by the Sea

    Michael Shannon – Nocturnal Animals

     

     

    Miglior Sceneggiatura Non Originale

    Moonlight – Barry Jenkins, Tarell McCraney

    Arrival – Eric Heisserer

    Lion – Luke Davies

    Fences – August Wilson

    Hidden Figures – Allison Schroeder, Theodore Melfi

     

     

    Miglior Sceneggiatura Originale

    La La Land – Damien Chazelle

    Manchester by the Sea – Kenneth Lonergan

    Hell or High Water – Taylor Sheridan

    The Lobster – Efthymis Filippou, Yorgos Lanthimos

    20th Century Women – Mike Mills

     

     

    Miglior Fotografia

    Linus Sandgren – La La Land

    Bradford Young – Arrival

    Greig Fraser – Lion

    James Laxton – Moonlight

    Rodrigo Prieto – Silence

     

     

    Miglior Lungometraggio Animato

    Zootopia

    Moana

    Kubo and the Two Strings

    The Red Turtle

    My Life as a Zucchini

     

     

    Miglior Documentario

    O.J.: Made in America

    13th

    I Am Not Your Negro

    Fuocoammare

    Life, Animated

     

     

    Miglior Film Straniero

    Tanna – Australia

    Land of Mine – Denmark

    Toni Erdmann – Germany

    The Salesman – Iran

    A Man Called Ove – Sweden

     

     

    Miglior Canzone Originale

    “Audition (The Fools Who Dream)” – La La Land

    “City of Stars” – La La Land

    “How Far I’ll Go” – Moana

    “Can’t Stop the Feeling” – Trolls

    “The Empty Chair” – Jim: The James Foley Story

     

     

    Miglior Colonna Sonora

    La La Land – Justin Hurwitz

    Lion – Dustin O’Halloran and Hauschka

    Moonlight – Nicholas Britell

    Jackie – Mica Levi

    Passengers – Thomas Newman

     

     

    Miglior Montaggio

    La La Land – Tom Cross

    Moonlight – Joi McMillon, Nat Sanders

    Hacksaw Ridge – John Gilbert

    Arrival – Joe Walker

    Hell or High Water – Jake Roberts

     

    Migliori Effetti Speciali

    Deepwater Horizon

    The Jungle Book

    Rogue One: A Star Wars Story

    Doctor Strange

    Kubo and the Two Strings

     

     

    Migliori Costumi

    Allied – Joanna Johnston

    Fantastic Beasts and Where to Find Them – Colleen Atwood

    Florence Foster Jenkins – Consolata Boyle

    Jackie – Madeline Fontaine

    La La Land – Mary Zophres

     

    Miglior Trucco e Acconciature

    Suicide Squad – Alessandro Bertolazzi

    A Man Called Ove – Love Larson and Eva Con Bahr

    Star Trek Beyond – S. Anne Carroll and Joel Harlow

     

    Miglior Scenografia

    Fantastic Beasts and Where to Find Them – Stuart Craig, James Hambige, Anna Pinnock

    Hail, Caesar! – Jess Gonchor, Nancy Haigh

    La La Land – David Wasco, Sandy Reynolds-Wasco

    Arrival – Patrice Vermette

    Passengers – Guy Hendrix Dyas

     

    Miglior Montaggio Sonoro

    Arrival

    Deepwater Horizon

    Hacksaw Ridge

    La La Land

    Sully

     

     

    Miglior Mix Sonoro

    Arrival

    Hacksaw Ridge

    La La Land

    Rogue One: A Star Wars Story

    13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi

     

    Miglior Documentario (Cortometraggio)

    Extremis

    4.1 Miles

    The Mute’s House

    The White Helmets

    Watani: My Homeland

     

     

    Miglior Cortometraggio Animato

    Pearl

    Pear and Cider Cigarettes

    Piper

    Blind Vaysha

    Borrowed Time

  • novecento___Maratona notturna per vedere Novecento parte I e II senza soluzione di continuità, questa sera a partire dalle 23.15. Dopo la sua visione anticonvenzionale del rapporto di coppia in Ultimo tango a Parigi, nel 1976 Bertolucci rivolge uno sguardo all’Italia della prima metà del ventesimo secolo. Dal 27 gennaio del 1900, giorno della nascita dei due protagonisti del film, fino al 1945 anno della Liberazione, il regista racconta la storia del nostro paese attraverso tre generazioni.

     

    novecento___2Le lotte di classe, gli scioperi nei campi, la prima guerra mondiale e il fascismo sono lo scenario attraverso il quale si snodano le vite dei due ragazzi, Olmo (Gèrard Depardieu) e Alfredo (Robert De Niro), amici/nemici in virtù della loro appartenenza a ceti opposti: uno contadino, Depardieu, l’altro figlio della borghesia, De Niro. Il film ebbe grande successo in Italia, dove fu proiettato in due parti per via della durata, mentre negli Stati Uniti la versione ridotta di quattro ore non conquistò il pubblico.

     

    novecento-10Anche questa volta ci furono problemi con la censura, sebbene di natura minore rispetto a Ultimo tango a Parigi, e la pellicola fu successivamente rimessa in circolazione dopo essere stata giudicata non oscena. Girato tra la province di Parma, Cremona, Reggio Emilia e in provincia di Mantova, il film si avvale della fotografia di Vittorio Storaro, che si aggiudicò il secondo posto agli NSFC Awards nel 1977. Cast stellare, nel quale spiccano Burt Lancaster, Gérard DepardieuDonald Sutherland, Dominique Sanda, Stefania Sandrelli. Robert De Niro (San Jordi Awards 1978), Alida Valli e Laura Betti, che ottennero la candidatura come migliori attrici non protagoniste ai Nastri d’Argento del 1977.

  • Good-Ol-FredaNotte musicale su Rai Movie con i Fab Four protagonisti di due lungometraggi: alle 23.40 il documentario, in prima visione Tv, che racconta gli esordi del gruppo attraverso lo sguardo di Freda Kelly, storica segretaria e ‘tramite ufficiale’ tra la band e il fan club internazionale. A seguire, all’1.15, A Hard Day’s Night, primo film dei quattro dei Liverpool. Nel documentario di Ryan White, trasmesso per la prima volta in televisione, ripercorriamo gli inizi della carriera dei Beatles osservati dalla prospettiva dell’allora adolescente Freda, ingaggiata da Brian Epstein come segretaria personale e per gestire il fan club del gruppo.

     

    Dal 1962 la diciassettene Freda ha condiviso per 11 anni con Paul, John, George e Ringo tutti gli eventi che ne hanno determinato l’ascesa, ed è una delle poche testimoni del periodo in cui i quattro erano insieme in armonia. Fino al momento del documentario, Freda ha rifiutato diverse offerte per scrivere un libro e ha regalato ai fan tutti i cimeli e i memorabilia accumulati nel tempo. Nonostante le migliaia di filmati sui Beatles, di lei non si è mai parlato. E’ stata la figlia a convincerla che valeva la pena raccontare la sua storia prima di perdere la memoria!

     

    Paul e Freda

    Paul McCartney e Freda Kelly

    Ed è così che Freda, per lasciare al nipotino un ricordo di cui essere orgoglioso, ha contattato Ryan White il quale, resosi conto della portata della storia, ha ottenuto tramite crowfunding  i fondi necessari per tre settimane di riprese a Liverpool. Presentato in anteprima all’inizio del 2013 al South by South West (SXSW) film festival di Austin, Texas,  mentre i titoli di coda scorrevano, Freda Kelly ha ricevuto cinque minuti di standing ovation. Il titolo originale ‘Good Ol ‘Freda‘ viene da un disco di Natale del 1963 che i Beatles registrarono per il loro fan club. Sul disco, Harrison ringrazia “Freda Kelly a Liverpool” e gli altri tre Beatles gridano: “Good Ol’ Freda!”. Questa registrazione è nei titoli di testa del film.

     

    George e Freda

    George Harrison e Freda Kelly

    Alle 23.40
    Freda – La segretaria dei Beatles (Good Ol’ Freda!)
    di Ryan White (GBR, 2013)
    con Freda Kelly, Paul McCartney, John Lennon, Ringo Starr, George Harrison
    Un documentario per ripercorrere la nascita del mito dei Beatles attraverso immagini di repertorio e una lunga intervista a Freda Kelly, storica segretaria del gruppo. Una vittoria al Cinema Eye Honors Awards, 2014: The Unforgettables (Freda Kelly); una vittoria al Cleveland International Film Festival, 2013: miglior film (Ryan White). 

     
    All’1.15
    A Hard Day’s Night
    di Richard Lester (GBR, 1964)
    con John Lennon, Paul McCartney, George Harrison, Ringo Starr
    Assediati dai fan, i Beatles disertano le prove di uno show per una serie di esilaranti avventure… Primo film dei Fab Four, visto con occhi e humour da Free Cinema. Edizione originale con sottotitoli italiani.

  • 01Distribution e Rai Movie insieme per raccontare l’88 esima edizione degli Academy Awards

    ***

     

     Live-twitting dall’account Twitter di 01Distribution curato da Federico Pontiggia

    ***

                  

     

    LIVETWITTING

     

     

    28 febbraio 2016 – Che cosa sarebbe oggi la Notte degli Oscar senza i Social?

     

    #LeonardoDiCaprio#OscarSoWhite Sono solo alcuni dei più popolari Hastag sugli Oscar di quest’anno. E mentre anche un magazine come Variety si interroga se sia possibile una connessione tra i social media e le candidature o addirittura i vincitori della statuetta, la rete – in tutte le sue forme  – non smette di amplificare i messaggi che l’evento più importante del cinema al mondo trasmette. Leonardo di Caprio fra tutti, vince già la corsa al tema più caldo sui social con il 16% di social mention in più rispetto agli altri candidati.

     

    #ilcinemaèditutti  Temi e opinioni sui cui discutere e giocare insieme durante la notte degli Oscar

    Sull’onda del successo degli anni passati, 01Distribution cerca sempre nuovi modi per parlare di cinema e rinnova l’esperienza delle edizioni 2014 e 2015, ancora una volta vicina a tutti gli amanti della Settima Arte per raccontare e commentare i momenti più interessanti, coinvolgenti, divertenti e glam della notte più attesa e più  lunga del Cinema.

     

    Domenica 28 febbraio dalle 23.30 l’account Twitter di 01 Distribution seguirà l’evento con un live-twitting in tempo reale, dal red carpet fino alle premiazioni a cura di Federico Pontiggia, giornalista di Rivista del Cinematografo, Il Fatto Quotidiano e Movie Mag, la rubrica di approfondimento di Rai Movie che racconta il cinema più attuale visto attraverso lo sguardo di chi lo fa.

     

    Racconteremo minuto per minuto tutto ciò che succederà al Dolby Theatre di Los Angeles. Tutti i nottambuli appassionati che resteranno svegli a seguire l’evento potranno interagire con noi e prendere parte  alla discussione taggando @01Distribution.

     

    Oltre all’hashtag ufficiale dell’evento che sarà #Oscar2016 useremo anche l’hashtag #ilcinemaèditutti e saremo tutti seduti sul grande divano virtuale della rete a seguire insieme la notte più bella del Cinema.

     

    Per essere ritwittati durante il live dall’account ufficiale di 01 Distribution, si potrà usare anche l’hashtag #Oscarselfie allegando al tweet una propria foto durante la cerimonia.

     

    Segui il Live Twitting degli Oscar su www.twitter.com/01Distribution

     

Calendario

novembre: 2017
L M M G V S D
« apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Search

Film e Programmi in onda

Tutti i programmi di Rai Movie