Rai Movie

  • efa-logo-4cAlcuni li chiamano impropriamente “Oscar del cinema europeo”, ma probabilmente non è quello che avevano in mente Wim Wenders e gli altri membri della European Film Academy, quando nel 1988 fondarono gli European Film Awards, i premi del cinema europeo che anche quest’anno celebreranno il meglio della settima arte del nostro continente.

     

    Rai Movie non manca l’appuntamento e, per il secondo anno consecutivo, segue gli European Film Awards in diretta streaming: sabato 10 dicembre, dalle ore 20:15, su www.raimovie.rai.it sarà possibile seguire la cerimonia di assegnazione degli EFA in diretta da Wroclaw, commentata da Enrico Magrelli e Alberto Farina.

     

    Gli EFA troveranno spazio anche nella programmazione televisiva di Rai Movie: il 13 dicembre in terza serata, infatti, la rete trasmetterà una sintesi della cerimonia.

     

    efastatuefinishedDopo il trionfo di Paolo Sorrentino dello scorso anno (Miglior film con Youth) anche in questa 29° edizione degli European Film Awards ci sono tracce d’Italia: grandi speranze per Fuocoammare di Gianfranco Rosi (già vincitore dell’Orso d’Oro alla Berlinale), S is for Stanley di Alex Infascelli (entrambi nominati nella selezione per Documentario europeo 2016) e Valeria Bruni Tedeschi, candidata come miglior attrice per La pazza gioia di Paolo Virzì.

     

    Nella cinquina dei film che concorrono per la miglior opera europea figurano invece Elle di Paul Verhoeven, I, Daniel Blake di Ken Loach, Julieta di Pedro Almodovar, Room di Lenny Abrahamson e Toni Erdmann di Maren Ade.

     

    Molti scommettono su Ken Loach, già tronfatore all’ultimo Festival di Cannes, ma… quante volte i pronostici sono stati ribaltati?

  • efa

     

    L’European Film Academy ha reso note le nomination dei prossimi European Film Awards, che avranno luogo a Breslavia il prossimo sabato 10 dicembre e che verranno trasmessi in diretta streaming da Rai Movie, seguiti da una sintesi in terza serata il martedì successivo. In studio, per commentare l’evento, Enrico Magrelli, Paola Jacobbi e Alberto Farina.

     

    Intanto, in attesa della premiazione, una speciale Giuria composta da sette membri (tra cui il compositore italiano Giuliano Taviani) si è riunita a Berlino e, sulla base della lista di Selezione degli Efa e degli ulteriori film ammessi, ha decretato i vincitori per le categorie Direzione della fotografia, Montaggio, Scenografia, Costumi, Acconciatura & Trucco, Musica, Suono. Ve li riportiamo di seguito:

     

    Direttore della Fotografia Europeo 2016 – Prix Carlo di Palma:
    Camilla Hjelm Knudsen per LAND OF MINE
    La fotografia di Camilla Hjelm Knudsen crea una tensione che supporta alla perfezione l’atmosfera straordinariamente suggestiva del film . Dal primo momento, l’immagine cattura e colpisce lo spettatore, dimostrando con grande finezza quanto la composizione dell’immagine e la luce possano contribuire alla drammaturgia di un film e sostenere la storia e i personaggi con grande discrezione.

     

    Montatore Europeo 2016:
    Anne Østerud e Janus Billeskov Jansen per LA COMUNE
    Il montaggio crea un’atmosfera leggera e ricca di humor che poi si trasforma in una sensazione di perdita di controllo quando tutto quello che era stato pianificato dalla protagonista le si ritorce contro. Oltre a tutto ciò il montaggio sottolinea quello che è fondamentale in questo film: l’azione tra la singola persona e la comune in ogni momento del film.

     

    Scenografo Europeo 2016:
    Alice Normington per SUFFRAGETTE
    Evitando il rischio insito nella rappresentazione del periodo storico, la bella scenografia di Alice Normington ci restituisce con grande sensibilità l’atmosfera della Londra di inizio secolo, permettendo a noi spettatori di guardare il film senza mai avere la sensazione di qualcosa di ricostruito.

     

    Costumista Europeo 2016:
    Stefanie Bieker per LAND OF MINE
    Con straordinaria attenzione al dettaglio, Stefanie Bieker raggiunge un alto livello di realismo e allo stesso tempo di intenso lirismo che emana dagli abiti attraverso tutta la storia. Mette una cura particolare nel definire i diversi personaggi, riuscendo a restituire le peculiarità di ognuno e, facendo ciò, riesce a superare la difficoltà di lavorare con la ristretta palette delle uniformi e la negazione di ogni individualità che esse rappresentano. L’evidente armonia con gli altri reparti visivi fa vivere ogni fotogramma di questo film.

     

    Acconciatore & Truccatore Europeo 2016:
    Barbara Kreuzer per LAND OF MINE
    Il make-up in LAND OF MINE emerge in maniera discreta e poco intrusiva, contribuendo al tempo stesso alla drammaturgia del film. Capelli e volti si sposano perfettamente con I costumi creando magnifici personaggi a tutto tondo.

     

    Compositore Europeo 2016:
    Ilya Demutsky per THE STUDENT
    La musica sacra contemporanea riesce ad esprimere intensamente l’oscura fascinazione della spirale di intolleranza che il fanatismo religioso può generare.

     

    Sound Designer Europeo 2016:
    Radosław Ochnio per 11 MINUTES 
    Il sound design riveste grande importanza per comprendere i personaggi principali e le loro ansie. Combinandosi con la musica sostiene con successo la narrazione grazie all’uso accorto di cambi di registro tra “la vita vera” e il conflitto crescente, emotivo e fisico, che si dipana nel film. Il sound design non si impone mai troppo ma è parte vitale e ben orchestrata di esso.

     

     

    fuocoammareTra le candidature, alcuni motivi di vanto per l’Italia: Fuocoammare S is for Stanley sono entrambi candidati nella categoria per il miglior documentario; Valeria Bruni Tedeschi è invece in lizza come miglior attrice europea per la sua interpretazione in La pazza gioia di Paolo Virzì.

     

    Di seguito, le nomination delle principali categorie.

     

    Film Europeo
    – ELLE di Paul Verhoeven
    – I, DANIEL BLAKE di Ken Loach
    – JULIETA di Pedro Almodóvar
    – ROOM di Lenny Abrahamson
    – TONI ERDMANN di Maren Ade

     

    Documentario Europeo
    – 21 X NEW YORK di Piotr Stasik
    – A FAMILY AFFAIR di Tom Fassaert
    – FUOCOAMMARE di Gianfranco Rosi
    – MR. GAGA di Tomer Heymann
    – S IS FOR STANLEY – TRENT’ANNI DIETRO AL VOLANTE PER STANLEY KUBRICK di Alex Infascelli
    – THE LAND OF THE ENLIGHTENED di Pieter-Jan De Pue

     

    Regista Europeo
    – Maren Ade per TONI ERDMANN
    – Pedro Almodóvar per JULIETA
    – Ken Loach per I, DANIEL BLAKE
    – Cristian Mungiu per GRADUATION
    – Paul Verhoeven per ELLE

     

    vbtAttrice Europea
    – Valeria Bruni Tedeschi in LA PAZZA GIOIA
    – Trine Dyrholm in THE COMMUNE
    – Sandra Hüller in TONI ERDMANN
    – Isabelle Huppert in ELLE
    – Emma Suárez & Adriana Ugarte in JULIETA

     

    Attore Europeo
    – Javier Cámara in TRUMAN
    – Hugh Grant in FLORENCE FOSTER JENKINS
    – Dave Johns in I, DANIEL BLAKE
    – Burghart Klaußner in THE PEOPLE VS. FRITZ BAUER
    – Rolf Lassgård in A MAN CALLED OVE
    – Peter Simonischek in TONI ERDMANN

     

    Sceneggiatore Europeo
    – Maren Ade per TONI ERDMANN
    – Emma Donoghue per ROOM
    – Paul Laverty per I, DANIEL BLAKE
    – Cristian Mungiu per GRADUATION
    – Tomasz Wasilewski per UNITED STATES OF LOVE

     

    Tutte le altre nomination le trovate QUI.

    R.D.B.

  • SoniaBergamasco_Venezia73_Mercoledì 31 agosto apertura ufficiale della 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, inaugurata martedì con la proiezione della versione restaurata di Tutti a casa di Luigi Comencini. Gli appuntamenti da seguire in diretta streaming sul sito iniziano alle 13.00 con la conferenza stampa d’apertura in cui saranno presentate le giurie “venezia 73”, “orizzonti”, “venezia opera prima – luigi de laurentiis”, “venezia classici”.

     
    Si prosegue con la conferenza del leone d’oro alla carriera 2016  Jerzy Skolimowski  alle 13.30, primo dei due Leoni d’oro che verranno assegnati in questa e nelle prossime edizioni della Mostra. “Tra i cineasti più rappresentativi di quel cinema moderno  – ha dichiarato Barbera –  nato in seno alle nouvelles vague degli anni Sessanta e, insieme con Roman Polanski, il regista che ha maggiormente contribuito al rinnovamento del cinema polacco del periodo. Lo stesso Polanski (che lo volle accanto come sceneggiatore nel suo film d’esordio Il coltello nell’acqua), ebbe a predire: “Skolimowski sovrasterà la sua generazione con la testa e le spalle”.

     

     

    Alle 14.00 conferenza stampa di la la land (venezia 73) di Damien Chazelle.
    Dalle 18.45, in diretta streaming sul sito e in diretta Tv, il Red Carpet con Livio Beshir a fare gli onori di casa e la Cerimonia di apertura presentata dalla madrina Sonia Bergamasco.

  • The Golden EraSi chiude con un film di Ann Hui, Huangjin Shidai (The Golden Era) la 71ma edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Il film, ambientato nella Cina degli anni ’30, racconta la vita tormentata di una delle scrittrici più radicali e controverse della letteratura cinese, Xiao Hong, qui interpretata da Wei Tango. Seguirà la cerimonia di premiazione, preceduta dal Red Carpet, che potrete vedere in diretta streaming su www.raimovievenezia.rai.it o in diretta televisiva su Rai Movie a partire dalle 19.45.

     

    Di seguito il programma di oggi sabato 6 settembre:

     

    Ore 12.30: Conferenza stampa del film

    HUANGJIN SHIDAI (THE GOLDEN ERA)      (Fuori Concorso)

     

    Saranno presenti:

    Ann Hui (regista), Tang Wei (attrice), Feng Shaofeng (attore), Zhu Yawen (attore), Tian Yuan (attrice), Wang Qianyuan (attore), Sha Yi (attore), Zhang Yi (attore), Yuan Wenkang (attore),

    Li Qiang (sceneggiatore, produttore esecutivo)

     

    Moderatore: Alessandra De Luca

     

    ———————————————————————————————————————————————-

     Ore 19.45 circa: Red Carpet e cerimonia di premiazione


Calendario

aprile: 2017
L M M G V S D
« mar    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Search

Film e Programmi in onda

Tutti i programmi di Rai Movie